Giovani Lampedusa - Notizie, articoli e approfondimenti


Giovani Lampedusa

Notizie, articoli e approfondimenti dal centro del Mediterraneo


Continua su..

Facebook Documenti pubblici su Scribd
Previsioni Meteo Lampedusa

Giovani Lampedusa
Pagina Iniziale Blog Comunicato Stampa Federalberghi Isole Pelagie
Banner
la redazione consiglia..
Comunicato Stampa Federalberghi Isole Pelagie
Scritto da Andrea Pavia   
Domenica 15 Maggio 2011 10:34
Questo articolo è stato letto 2343 volte

Tags: economia | federalberghi | giandamiano lombardo | lampedusa | turismo

Comunicato Stampa lanciato dal Presidente della Federalberghi Isole Pelagie, Giandamiano Lombardo, per discutere e condividere iniziative volte al miglioramento delle condizioni attuali dell'economia di Lampedusa, basata principalmente sul turismo.

Cari amici di Fb, come Lampedusano. Come imprenditore e come Presidente della Federalberghi isole pelagie, mi sento in dovere, alla luce degli eventi che hanno caratterizzato la nostra isola in questi ultimi mesi, di condividere con voi alcune iniziative ed intraprendere con l’ausilio delle strutture messe a mia disposizione dalla Federalberghi nazionale, delle azioni a difesa dei nostri diritti.
 
A quanto sembra, il fenomeno degli arrivi di immigrati continua senza sosta.
 
Il governo centrale non sta mantenendo quanto ci ha promesso e gli spot televisivi nulla o quasi possono, di fronte ai redazionali dei media che parlano quotidianamente di isola in emergenza, di isola assaltata e in condizioni gravi, per l’afflusso di immigrati.
Abbiamo quindi da un lato, degli spot che dovrebbero invogliare le persone a venire in ferie a Lampedusa ma dall’altro, tutti i giornali (quotidiani e periodici) e le TV che nell’esprimere giornalisticamente quello che accade sulla nostra isola, non perdono mai l’occasione per incutere del sano terrore a chi avrebbe voluto passare le vacanze a Lampedusa.
 
Come collettività, mi sembra che abbiamo fatto capire al mondo intero cosa e quanto siamo capaci di fare, pur di accogliere chi sta peggio di noi; ma questo, evidentemente non basta per potere vedere risolti i nostri problemi.
 
Quello che vi chiedo per il momento, è di evitare noi, di parlare ancora e sempre di sbarchi. Evitiamo di rilanciare con Facebook le notizie giornalistiche che giornalmente riempiono le agenzie e gli altri media.
 
Piuttosto, inviamo tutti una e-mail ai giornali, alle agenzie di stampa e alle televisioni per chiedere loro di non parlare più di sbarchi; di usare il termine “recuperi” e di non fare apparire l’isola come un luogo dove una famiglia deve avere paura di venirci in vacanza perché sappiamo bene tutti che non è così.
 
Cari amici, purtroppo questa e' la realtà e prima che sia troppo tardi, finiamola per ora, di cercare colpevoli facendo accuse a chicchessia.
Oggi prima di tutto, bisogna dare fiducia alla gente che potrebbero venire in vacanza da noi.
 
Vi ricordo che a Lampedusa ci sono persone che non hanno un posto fisso e che devono la loro sopravvivenza al lavoro che deriva proprio dalle attività turistiche che tra l' altro incidono moltissimo sull'economia e di conseguenza sull’ 80% delle famiglie Lampedusane.
 
Noi sappiamo bene che questi eventi se ben gestiti non ci devono preoccupare poiché ci conviviamo da molti anni.
Detto questo, è ora che si dia inizio in modo costante ed unitario, a veicolare comunicati che rappresentano realmente la situazione nella nostra isola e (visto, tra l'altro che siamo tutti indignati dalle speculazioni giornalistiche), Inizierei col dire di non tenere conto delle notizie diramate dai media, perche non rappresentano la realtà.
 
Oggi, a Lampedusa si vive benissimo.
L' unico vero disagio lo vivono i Lampedusani preoccupati del fatto che i turisti italiani non vengano a trascorrere le loro vacanze nel posto più bello del Mediterraneo.
 
E tutto questo, in buona parte sta succedendo per delle informazioni giornalistiche che non rappresentano fedelmente la situazione a Lampedusa.
 
Vi comunico, infine, che la Federalberghi su mia proposta, ha demandato ad un gruppo di legali, di valutare se ci sono le condizioni per chiedere i danni causati da queste notizie equivoche che stanno compromettendo l' economia delle isole Pelagie con il totale tracollo delle aziende turistiche e di tutto il loro indotto.
 

Giandamiano Lombardo
Ultimo aggiornamento Domenica 15 Maggio 2011 10:52
 
Banner
la redazione consiglia..
 
Joomla 1.5 Templates by Joomlashack